scopri ISMO 2 offerta e metodologie 2 impresa culturale 2 percorsi professionali 2

Draft ottobre 2011

INDICE:
Ricordi e riflessioni sulle rive di Dalmazia
Due o tre cose che so di lui*
Il gruppo e l’apprendimento
 
Accedi all'archivio articoli
Ricordi e riflessioni sulle rive di Dalmazia (Giorgio Vallery - ISMO)
Le pagine più intriganti dell’ultimo libro di Demetrio sono quelle su cui ho riflettuto sulla riva di un isolotto prospiciente quella che era la mia città. Era raggiungibile anche a nuoto, cosa che facevo spesso con i miei nipotini, da Oltre, nell’isola di Ugliano , dove , da ormai tre anni, passiamo il mese di luglio. L’isoletta ospita soltanto un antico convento di francescani ( proprio come quelli del Messaggero di S. Antonio), ed un piccolo cimitero che conserva quasi esclusivamente le tombe di illustri zaratini italiani vissuti ai tempi di Francesco Giuseppe.
Alcuni di loro erano integerrimi funzionari dell’impero asburgico che servivano fedelmente, pur essendo ferventi patrioti e, per questo, molto spesso discriminati quando non addirittura perseguitati ...
>> Continua
 
Due o tre cose che so di lui* [* lui = il mondo del lavoro]. (Anna Giannotti - SIMKI)
L’opportunità di svolgere una serie di assessment center, finalizzati ad un progetto di selezione di giovani ricercatori in ambito ingegneristico aerospaziale, si è rivelata una inaspettata fonte di riflessione sul mondo giovanile e le tribolazioni della ricerca di lavoro.
Com’è noto, e i recenti dati forniti dall’OCSE non cessano di confermare, l’Italia resta una delle nazioni con il più alto tasso di disoccupazione giovanile tra i paesi industrializzati. La percentuale è del 27,9%. Con le risapute differenze di carattere geografico tra Nord e Sud, dove il problema al Sud ha assunto ormai i contorni di un flagello biblico (due giovani su tre non lavorano), ci si chiede com’è possibile che non si assista a fenomeni di rivolta sociale sul modello degli assalti ai forni nonché alla casa del vicario di provvisione di manzoniana memoria ...
>> Continua
 
Il gruppo e l’apprendimento (Vito Volpe - ISMO)
Le formazioni generative suggeriscono quelle attività formative finalizzate a produrre energie, passioni, creatività, innovazione, invenzioni, scoperte.
Ad aggiungere e integrare qualcosa che non avevamo e non eravamo già, modificando la conoscenza della realtà, l’esistente soggettivo attraverso la trans-formazione della persona in quanto essere incompiuto, in continuo apprendimento di sé. Ogni apprendimento è, a livello soggettivo, un’estensione di ciò che si è, un allargamento cognitivo, emotivo, esperienziale, un potenziale per nuovi comportamenti e azioni. Per l’individuo imparare ad avere fiducia, a camminare, a stare con gli altri, a comunicare, a fare amicizia, imparare la storia e la matematica o la filosofia, la fisica e la letteratura, sono comunque sviluppi, pur diversi, che vanno a costruire il bagaglio emotivo e cognitivo, affettivo e culturale della propria “maturità” personale, anche se non si tratta di cose nuove perché fanno già parte del patrimonio della società, dei suoi saperi. Sono un “mondo nuovo” per il soggetto, ma non necessariamente sono nuove conoscenze e nuovi saperi che scoprono nuove complessità, che costruiscono realtà nuove a livello intersoggettivo, sociale. ...
 
Titolo Data creazione Autore
Newsletter - ottobre 2011-1 10 Aprile 2011 Scritto da ISMO
Newsletter - ottobre 2011-3 07 Gennaio 2011 Scritto da ISMO
Newsletter - ottobre 2011-2 06 Gennaio 2011 Scritto da ISMO