scopri ISMO 2 offerta e metodologie 2 impresa culturale 2 percorsi professionali 2

Draft luglio 2011

INDICE:
Accelerare l’innovazione
Laboratori formativi utilizzando le propedeutiche teatrali. Un metodo
Un raro esempio di delocalizzazione industriale “verso” l’Italia (…e non “da”)
 
La formazione al futuro
Accedi all'archivio articoli
 
Accelerare l’innovazione (Federico Reali - ISMO)
La parola innovazione credo sia una delle parole maggiormente abusate negli ultimi anni, si sente quotidianamente parlare di innovazione in qualunque ambito e molto spesso il concetto viene automaticamente e univocamente legato alla tecnologia.
Il tema dell’innovazione, in realtà, si presta ad essere affrontato da numerosi punti si vista, dal momento che coinvolge di fatto tutta l’organizzazione. L’innovazione ha infatti implicazioni di mercato, tecniche, produttive, finanziarie, gestionali, di capacità e disponibilità delle persone, ecc…
Per questo motivo, ISMO già dallo scorso anno ha avviato un percorso dedicato all’innovazione in collaborazione con la Fondazione Aldini Valeriani, che scardina questa univocità o relatività di visione.
In particolare, la riflessione che ha generato questo percorso e che sta alla base del pensiero di ISMO è che innovazione è una capacità che appartiene a ciascun individuo e che non riguarda un solo ambito.
L’innovazione non è affare di pochi e non ha nessun legame con questioni genetiche o di “folgorazione o illuminazione celestiale”.
Usciamo da un età in cui la metafisica del genio faceva comodo a tutti, era un grandissimo processo di deresponsabilizzazione” ...
>> Continua
 
Laboratori formativi utilizzando le propedeutiche teatrali. Un metodo (Riccardo Raffaele Bozano - ISMO)
Di seguito presento le linee guida metodologiche che danno forma alle esperienze, fino ad oggi condotte, dei laboratori formativi che utilizzano le propedeutiche teatrali.
Il primo aspetto da curare nel tempo che precede l’inizio dell’evento formativo è la predisposizione dello spazio. Dopo la messa in sicurezza del luogo, la seconda attenzione è quella di “liberare lo spazio”: ai fini del percorso formativo non servono scenografie o accessori; non interessano oggetti o artefatti; è sufficiente uno spazio vuoto ed i corpi dei formanti. In teatro, così come nelle esperienze tras-formative dell’Uomo, ci si occupa della ri-creazione della “vita dello spirito umano” . La realtà teatrale, come dichiara Anatolij Vasil’ev, è quella del mondo interiore e può essere creata dall’energia spirituale e nervosa dell’Uomo in scena e da nient’altro: non dalle cose, non dall’illuminazione, né dalla scenografia, né dalla regia. Questo presupposto libera il campo da molti preconcetti rispetto ai laboratori formativi che utilizzano le propedeutiche teatrali ...
>> Continua
 
Un raro esempio di delocalizzazione industriale “verso” l’Italia (…e non “da”) (Alberto Scapellato - ISMO)
Nonostante i non pochi anni passati ( ahimè !) e le varie esperienze maturate e vissute nell’area della gestione di relazioni e ristrutturazioni industriali lunghe e sofferte, non avevo mai avuto la possibilità di partecipare direttamente ad una operazione come quella realizzata da N&W Global Vending, durante il periodo di mia collaborazione professionale con la Direzione Risorse Umane di quel Gruppo.
N&W è un’azienda metalmeccanica leader mondiale nel settore dei distributori automatici di bevande hot & cold e di snack&food, nonché di macchine da caffè per uffici e restaurant , con un fatturato di oltre 300 milioni annuo, una presenza commerciale in più di 100 paesi e 1700 dipendenti in tutto il mondo. Nell’attuale configurazione di Gruppo l’azienda è nata nel 2000 dalla fusione di due marchi storici e di particolare successo nel settore, la italiana Necta ( già Zanussi Vending ) e la danese Wittenborg, fondata addirittura nel 1924. La sede è a Bergamo dove operano oltre 1000 persone tra unità centrali di staff, Ricerca e Sviluppo e stabilimenti produttivi; in Danimarca operano circa 300 persone nella produzione e commercializzazione del marchio Wittenborg, mentre negli altri paesi sono presenti presidi commerciali.
Dopo una lunga ed ininterrotta crescita aziendale, il 2009 rappresenta anche per questo settore e per N&W un anno di crisi: il fatturato si riduce di oltre il 30 %, con grave deterioramento dell’EBITDA, e l’azienda è improvvisamente costretta a lunghi periodi di riduzione della produzione in tutte le sue sedi. ....
 
La formazione al futuro (Vito Volpe - ISMO)
La formazione senza futuro
In tutte le scuole di ogni ordine e grado, come in tutte le attività di formazione, occorre considerare con maggiore attenzione e coerenza la dimensione temporale sia nella progettazione educativa e nei metodi didattici sia, soprattutto, nell’approccio formativo.
Come sarà il futuro, come prepararci per affrontarlo? Come utilizzare il “qui e ora” per prepararsi al “là allora”?
La questione è di enorme rilevanza per l’utilità e la pertinenza dei processi formativi, ma non attiene quasi mai al potere del destinatario utente della formazione. Attiene anzitutto alla committenza, cioè a coloro che hanno potere e responsabilità di influenza e di indirizzo, di espressione più o meno esplicita della domanda di formazione ed all’offerta cioè la galassia di istituzioni, enti formativi, consulenti, formatori con tutti gli interessi, ruoli e competenze che essi esprimono...
>> Continua
 
Titolo Data creazione Autore
Newsletter - luglio 2011 10 Aprile 2011 Scritto da ISMO
Newsletter - luglio 2011 07 Gennaio 2011 Scritto da ISMO
Newsletter - luglio 2011 06 Gennaio 2011 Scritto da ISMO
Newsletter - luglio 2011 06 Gennaio 2011 Scritto da ISMO