scopri ISMO 2 offerta e metodologie 2 impresa culturale 2 percorsi professionali 2

Lavoro e Sviluppo - edizione 2008

[Brochure]

"cosa succede con la centralità del consumatore"

La nostra società da tempo tende al benessere generalizzato.
Complessivamente si vive meglio del passato, ma sussistono o si accrescono le disuguaglianze. Molti vivono bene o decentemente e, tuttavia, non pochi sono poveri e restano poveri o sono diventati poveri. Rimane e diviene ancora più rilevante l’obiettivo, non modesto, dell’equità sociale. Rispetto ad essa ci sono alcuni noti ed ancora attuali correttivi: l’azione dello Stato, la tutela sindacale, la generosità organizzata. Da qualche tempo si parla molto di un altro correttivo e cioè di conseguire più equità sociale con la difesa del consumatore (normalmente identificato con l‘unità familiare).
Con questo correttivo si dovrebbero avere tre vantaggi: stimolare la crescita economica, difendere tutti e non solo gruppi specifici, favorire particolarmente coloro che hanno un insufficiente potere d’acquisto.
Le implicazioni della scelta in questione non sono semplici.
Assieme a quelle ritenute positive, ci sono quelle problematiche.
Cerchiamo di capire le une e le altre.

Gli incontri si terranno presso ISMO Spazio Idea, via Lanzone 36, Milano.

Titolo Data creazione Autore
Capire la crisi finanziaria 24 Novembre 2008 Scritto da Angelo Baglioni
Per l’equità sociale, tassare di più il reddito o i consumi? 20 Ottobre 2008 Scritto da Enrico De Mita
Difesa del consumatore e tutela sindacale 08 Settembre 2008 Scritto da Bruno Manghi
Con più consumi avremo meno disuguaglianza? 30 Giugno 2008 Scritto da Giovanni Siri
Cittadini, mercato, consumi: un problema importante e di attualità 18 Febbraio 2008 Scritto da Pippo Ranci